Thomas muster

Henri Leconte è reputato da tutti uno dei talenti più puri dell'era Open. Si annovera come l'unico a non aver vinto uno Slam. Il suo genio è considerato anche il suo difetto, data la sua innata natura a tentare il colpo impossibile: la giocata ad effetto che fa tremare il pubblico.

Ha vinto 9 titoli ATP su 16 finali in singolare, 10 in doppio. Nell’arco della sua carriera durata dal 1980 al 1996, ha vissuto l’anno migliore nel 1986 conquistando il miglior piazzamento nel ranking (5°). Nel 1988 raggiunge la finale al Roland Garros ma si arrende a Mats Wilander. Ha massimizzato la sua gloria in Coppa Davis. Nel 1991, nonostante avesse subito tre operazioni alla schiena, trascorrendo la sua convalescenza su una sedia a rotelle fino a due settimane dalla finale, è riuscito a far trionfare la nazionale francese, battendo Pete Sampras e contribuendo, nel doppio, anche a vincere la manifestazione.

Nel 1992 raggiunge le semifinali nel Roland Garros, ma viene sconfitto da Petr Konda. Quello si ricorda come un torneo straordinario: sprofondato in classifica mondiale in posizione 200 a causa di un intervento per un'ernia del disco, è riuscito a superare al terzo turno, nonostante beneficiasse di una wild card, la testa di serie n.4 Michael Stich, l'uruguaiano (specialista della terra battuta) Marcelo Filippini negli ottavi, lo svedese Nicklas Kulti nei quarti di finale rimontando lo svantaggio iniziale di ben due set per vincere al quinto con il punteggio di 6-7 3-6 6-3 6-3 6-3. Si è ritirato nel 1996, anno in cui la Francia ha vinto la seconda Coppa Davis in 5 anni.

0

TORNEI ATP

0

MIGLIOR POSTO RANKING

0

PARTITE VINTE

INFO  080 896 09 29 - info@lagrandesfidabari.it
SWITCHON - Comunicazione e Media