Thomas muster

Prima dell'avvento di Nadal era considerato il Re della Terra, “The King of Clay”, in piena epoca Sampras-Agassi. Ex numero 1 del tennis mondiale in due momenti: una settimana, dal 12 al 18 febbraio 1996; successivamente, dopo un intervallo di tre settimane in cui il titolo era detenuto da Pete Sampras, per cinque settimane, dall'11 marzo al 14 aprile 1996. Ha vinto 44 tornei del circuito ATP su 55 finali.

Nel 1995 ha conquistato dodici tornei su 14 finali giocate e ha vinto 40 match consecutivi sulla terra battuta, tra cui ricordiamo il Roland Garros, vinto battendo Michael Chang. Si è aggiudicato 8 tornei Master 1000: 3 volte Montecarlo, 3 volte Roma, 1 volta Miami ed Assen. Dopo 12 anni lontano dai circuiti, è rientrato a cavallo tra il 2010 e 2011 non riuscendo a risalire dalla posizione 847 ATP. Ha giocato il suo ultimo match a Vienna nel 2011 sfidando il suo erede, Dominic Thiem.

Dotato di un fisico straordinario, ha unito preparazione atletica e grinta. Quest'ultima è la cifra caratteriale che lo contraddistingue: in tanti ricordano ancora quanto accaduto nel 1989 quando, arrivato in finale del torneo, alla vigilia del grande match con Ivan Liedl, fu investito da un guidatore ubriaco mentre era intento a prendere la sua attrezzatura. A seguito dell'incidente riportò gravissime fratture al ginocchio, tali da rendere utopistico un suo ritorno in campo. Ma gli scettici non avevano fatto i conti con la sua forza di volontà che lo ha riportato in campo solo cinque mesi e mezzo dopo l'incidente. Con 44 tornei ATP in singolo, 621 partite vinte su 894 disputate, la sua più grande vittoria l’ha vissuta trionfando nella vita.

0

TORNEI ATP

0

TORNEI VINTI IN UN ANNO

0

PARTITE VINTE

INFO  080 896 09 29 - info@lagrandesfidabari.it
SWITCHON - Comunicazione e Media